sit.internazionale.web@gmail.com

Dio non è morto: una luce nel buio

“Dio non è morto: una luce nel buio” è un film del regista Michael Mason, un film attuale sull’importanza della fede, la fede in Dio e il potere del perdono.

Il film, secondo i critici, funziona perfettamente perché cerca di includere tutti i punti di vista riguardanti i diritti alla libertà religiosa e religiosa. Il dialogo ha un’importanza speciale poiché, oltre a mostrare l’attrattiva e l’obbligo di fare le grandi domande, di sapersi muovere nell’amore, di mettere in pratica il perdono, di trovare un senso nel dolore; non evitano domande scomode, come le ragioni del ritiro di molti giovani dalla pratica religiosa.

I personaggi sono esseri umani, e tutti sono tutt’altro che perfetti e proprio quel riconoscimento delle proprie debolezze, ben incastonato nella trama, dona all’insieme una grande solidità, e dà vita a momenti molto emotivi.

Questo tipo di film incentrato sul cristianesimo e sulla forza della fede come forza capace di raggiungere l’“impossibile” sono di grande valore perché portano i grandi temi al pubblico, anche ai giovani. Dare visibilità alla religione è un cammino verso la libertà e i diritti umani. Dal SIT proponiamo e consigliamo diversi film che possono aiutarci nel nostro cammino verso la verità e questo è uno di questi.

Traductor