Le suore della Santissima Trinità della scuola di via Madonna del Riposo, a Roma, continuano con entusiasmo la loro attività a favore dei Cristiani perseguitati nel mondo.

Coadiuvate dall’operato dei volontari che partecipano costantemente alle iniziative scolastiche, questa volta hanno pensato qualcosa di semplice, che si è rivelato davvero efficace nel sensibilizzare i partecipanti. Si è trattato di due diverse iniziative che hanno visto entrambe anche il coinvolgimento di Don Donato, parroco della Chiesa di s. Pio V, in Roma.

Il primo evento si è svolto a conclusione delle messe del 16 e 17 Novembre presso S. Pio V, in occasione della giornata internazionale contro le persecuzioni.  Sr. Fabiola ed alcune volontarie si sono alternate al pulpito e, con sentita emozione, hanno raccontato la triste storia di vessazione che quotidianamente interessa un cristiano ogni sette, in tutto 300 milioni, compresi i bambini. La platea è stata sensibilizzata al fatto che gli attacchi sono frequenti e sotto i nostri occhi, tra tutti è stato ricordato quanto avvenuto in Sri Lanka il giorno di Pasqua 2019, quando hanno perso la vita 250 cristiani che si erano radunati in chiesa per pregare, solo per pregare. E’ stata illustrata anche l’esperienza che i volontari impegnati nei progetti del SIT hanno sperimentato finora, sottolineando l’importanza di sentirsi partecipi e fattivi nel tentativo di contrastare tanta tribolazione, combattendo l’indifferenza che caratterizza la nostra società. Tutti gli organizzatori ed i bambini indossavano la maglietta della squadra del cuore, ovvero quella del “+ di cinque minuti”, lo slogan internazionale con cui è stata identificata ormai l’opera di solidarietà capitanata a Roma dalle suore trinitarie. Gli astanti sono stati invitati a contribuire ai progetti del SIT con un’offerta in cambio di piccoli gadget in memoria dell’iniziativa; la partecipazione è stata straordinaria, ma, considerata la motivazione e l’umanità messe in gioco, non avevamo dubbi!

Il secondo evento è stato espressamente dedicato ai bambini della Siria, che tante atrocità subiscono in questo momento, ed  ha visto impegnati nell’annuale concerto di Natale gli alunni delle scuole cristiane della Santissima Trinità e delle Oblate della Sacra Famiglia. Nello scenario della Chiesa di S. Pio V magnificamente addobbata per il Natale, i bambini hanno cantato, suonato e recitato i valori cristiani della solidarietà, dell’uguaglianza e della fratellanza al cospetto di un pubblico vasto e partecipativo. E’ stato di nuovo un successo. Le parole dei volontari, i volti emozionati dei bimbi e la consapevolezza che bisogna combattere per i diritti dell’infanzia, perché sia per tutti indistintamente serena e spensierata, sono stati il carburante per innescare una stupenda reazione di solidarietà. I ceri di Natale con il logo “+ di cinque minuti” sono andati a ruba, le offerte sono state generose, i cuori si sono aperti per accogliere sinceramente il vero spirito del Natale.

Un grazie speciale va a Don Donato, per avere ospitato con entusiasmo entrambi gli eventi.

Da Roma è tutto, con l’augurio e la promessa per un 2020 ricco di iniziative!

Rossana Bugianesi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *